Seleziona una pagina

Un fantacalcio per Gaza

Tra i bambini e i ragazzi che attraversano le strade della striscia di Gaza, chiusi in quel limbo di terra tra muri altissimi e navi vedetta che delimitano anche la vastità del mare, stretti tra gli occupanti israeliani e l’estremismo religioso di Hamas, si parla di calcio, di campioni sportivi e dei loro numeri. Vivere di sogni è spesso l’unico modo per superare grandi traumi da guerra e abusi.

Eppure non è facile trovare spazi dove coltivare questi sogni, anche quando questi sono del tutto comuni. In un luogo dove le squadre di calcio perdono partite a tavolino perché non gli vengono concessi i visti per poter uscire dalla Striscia e dove mancano strutture e fondi per praticare, l’organizzazione non governativa italiana ACS è riuscita a strappare un’area ai rifiuti ed alle macerie dei bombardamenti, costruendo il GREEN HOPES GAZA, un centro polifunzionale dove le persone possano sentirsi liberi ed al sicuro, crescere ed avere valide prospettive professionali. Tra le centinaia di iniziative, il fulcro di questo centro è lo sport, soprattutto per i giovanissimi: abbatte le barriere, rafforza la comunità ed in generale migliora la vita!

Serve ultimare i lavori di questo piccolo sogno, ovvero serve il nostro contributo per costruire la pavimentazione del campo sportivo e noi, fantacalcisti e sognatori incalliti, vogliamo fare la nostra parte regalando uno spazio libero proprio a quei bambini che un giorno, chissà, potrebbero diventare campioni delle nostre fantasquadre!

Il progetto di costruzione di un campo sportivo si deve inoltre scontrare con le enormi difficoltà a cui Gaza quotidianamente deve far fronte: dalla difficoltà di reperire i materiali, al passaggio obbligato per l’unica via che ne permette l’ingresso, ogni azione diventa molto laboriosa ed onerosa.

Purtroppo, il budget ristretto e gli alti costi di importazione dei materiali, ci hanno costretto ad utilizzare soluzioni economiche per alcune parti del GHG, soprattutto le aree esterne. In particolare il campo sportivo ha attualmente una copertura provvisoria composta da polvere di calce e sabbia. Ciò lo rende poco praticabile da sport diversi dal calcio e facilmente deperibile.

Proprio per questo è necessaria una nuova pavimentazione in resina, il cui costo è di 19€/mq, per un costo totale di 53.200 €. Ne abbiamo raccolti già pareccho, ma non bastano!

Per questo abbiamo deciso di organizzare dei tornei per i fantallenatori che doneranno la loro quota di iscrizione al progetto PLAY4GAZA istituendo il primo fantacalcio solidale: Fanta Play 4 Gaza.

Nel campionato di calcio 2020/2021 abbiamo raccolto oltre €1000 dopo aver organizzato diverse leghe.

Ad oggi mancano “solo” €23.000 per il campo. E per questo abbiamo deciso di continuare con questa iniziativa del Fantacalcio per Gaza sfruttando l’Europeo di Calcio 2020. Grazie alla APP degli amici di Fantapazz, abbiamo infatti lanciato la campagna e stiamo chiudendo le prime leghe.

Gli ingenti danni lasciati dai bombardamenti di maggio rendono infatti ancora più utile e necessario la costruzioni di un posto dove intere generazioni di bambini e ragazzi possono praticare dello sport, fare attività ludiche-artistiche, etc.

Cosa aspetti? Iscriviti e partecipa anche te al fantacalcio più solidale che ci sia. Con una donazione libera puoi partecipare a un Fantacalcio vero e allo stesso tempo sostenere la costruzione di un campo per bambini e ragazzi della Striscia di Gaza.

Qui puoi trovare tutte le informazioni sul Fantacalcio Europeo: https://www.facebook.com/fantacalcio4Gaza/posts/160862502687257.

Se invece non hai tempo per il Fantacalcio Europeo, ma vuoi partecipare… ti aspettiamo a Settembre quando lanceremo campionati interi e mini competizioni!

Ti salutiamo con questo caloroso ed emozionante saluto dai bambini, dalle bambine, e dai/lle cooperanti della scuola di circus, direttamente dal campo del Green Hopes-Gaza a Beit Lahya.

Contatto Facebook: FANTA PLAY 4 GAZA (pagina).

 

Vuoi saperne di più? Contattaci